Wednesday, May 31, 2006

Bindi rulez.

Al direttore - Leggo un’intervista a Famiglia Cristiana in cui il ministro Bindi precisa nuovamente che tutto il polverone delle settimane scorse su un suo preteso “zapaterismo” sui pacs era completamente campato in aria e spiega che “ci sarebbe contrasto con l’articolo 29 della Costituzione che parla solo di famiglia fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna”. Lei che frequenta, può far sapere al ministro (e a tutti quelli che di certo in ottima fede usano lo stesso falso argomento) che la Costituzione italiana – al ministero ne avranno una copia, ma è facilmente consultabile anche su Internet – non fa nessuna menzione di “uomo e donna” nell’articolo 29 dedicato al matrimonio, ma usa solo un neutro ed elastico “coniugi”? Così dopo ricominciamo a discutere di pacs e matrimoni ognuno sulle sue posizioni, ma almeno non ci inventiamo fesserie e non facciamo la figura di quelli che non conoscono la Costituzione che poi vogliono difendere? Saluti
Luca Sofri (sul foglio)
Post a Comment