Thursday, November 17, 2005

Gary Ryan.

Sentito oggi al solito concerto dell'una, un grande. Ha suonato una fantasia di Mudarra (1500), Dowloand, Bach, Giuliani (Grand Overture, suonata paurosamente bene), Yococh (pazzo giapponese, 1925-vivo) e un pezzi suoi. Tanto per restare nello stesso periodo....

Un filo sborone (i pezzi suoi sono una suite stile country/western/virtuoso) ma con una tecnica allucinante: ha prodotto tutti i suoni che uno puo' pensare di produrre con una chitarra, se trovo un suo disco qua e la lo prendo.

L'unghia strisciata sulla corda mi ha fatto venire i brividi, e a lui una bella scalanatura nel dito, probabilmente.
Post a Comment