Monday, September 19, 2005

Anche Gramellini sbaglia.

Mi e' venuto in mente quello che avevo letto un pungente articolo del mio corsivista preferito.

[...] All'ultimo Katrina si è comportata come una diva attesa da troppi parapazzi, svicolando da un'uscita secondaria che in parte ha risparmiato la città. I tapini col microfono a mollo urlavano che New Orleans era sott'acqua, ma i meteorologi li smentivano, visibilmente irritati: le onde non avevano superato i cinque metri, invece dei nove previsti. Qualche produttore televisivo querelerà Katrina per mancato rispetto del contratto.

Letto allora faceva sorridere. Adesso, davanti alla tragedia che sappiamo tutti, sembrano parole un po' azzardate. Il messaggio dell'articolo rimane valido, ma Katrina sembra proprio un esempio un po' sbagliato.
Post a Comment