Wednesday, July 06, 2005

Pink Floyd live. Otto.

Sono riscito a trovare la registrazione di Rai3, che non avevo potuto vedere sabato causa festeggiamenti post matura.

Lasciamo perdere la qualita' audio (colpa della rai? colpa di Londra? comunque pessima, soprattutto il mix) e le evidenti carenze tecniche (in un concerto del genere non ci possono essere Larsen, e' vergognoso), Nick Mason che in Confortably Numb butta via le cuffie, segno che o il mix che gli mandavano faceva troppo schifo o che aveva deciso di sentirsi piu' in mezzo a tutti. Preferiamo la seconda ipotesi ma mi sa che era la prima.

Lasciamo perdere gli errori proprio di loro che suonavano, che non ce ne frega niente, anzi: il concerto rimane un gran concerto, proprio grande, ricchissimo (va beh, han suonato solo i greatest hits, ma l'occasione era anche quella) e soprattuto emozionante, coinvolgente, nonostante l'abbraccio finale un po' gelido.

Tutti gelidi, ma chissenefrega, fatti loro. Allo spettatore sentire Waters cantare Wish You Were Here con la sua voce (di sessantenne, ma la sua!) fa venire le lacrime. Almeno, a me.
Post a Comment